INPS: BRAMBILLA, PENSIONI ANZIANITA' IN LINEA CON RIFORMA DINI (2)
INPS: BRAMBILLA, PENSIONI ANZIANITA' IN LINEA CON RIFORMA DINI (2)

(Adnkronos) - Al calo dei contributi purtroppo si somma l'aumento del pensionamento fra gli autonomi, che procede a ritmo doppio rispetto al comparto dei lavoratori dipendenti. Nel 1997, infatti, su 11 milioni di dipendenti attivi ci sono state 93.815 pensioni di anzianita', piu' o meno lo stesso numero (91.467) riscontrato fra i lavoratori autonomi che pero' sono la meta' (5,5 milioni) dei lavoratori dipendenti. ''Insomma, fra gli autonomi c'e un calo della contribuzione e una velocizzazione del ricorso al pensionamento: non e' colpa di nessuno, ma sono dati su cui riflettere'' avverte Brambilla. ''E' vero che le gestioni di commercianti e artigiani sono in attivo -aggunge- ma a questi ritmi anche le loro casse fra un po' saranno sotto pressione. Per fortuna -conclude- ci sono 10 mesi di blocco del pensionamento deciso con la finanziari e quest'anno il fenomeno dovrebbe ricomporsi in positivo''.

Ma nell'Inps c'e' comunque ottimismo sul futuro. ''I dati complessivi sul '97 ci fanno ben sperare per il 1998, anno centrale -sottolinea Brambilla- perche' si faranno sentire piu' che nel '97 gli effetti della grande riforma Amato e delle misure prese con le finanziarie successive''. Dal 1999, poi, si esplicheranno di piu' gli effetti della riforma Dini, che dovrebbe produrre risparmi per 9.200 mld nel '99, 10.300 mld nel 2000, 11.477 mld nel 2001 fino a oltre 15.000 mld l'anno dal 2005 in poi.

(Lio/Pe/Adnkronos)