TLC: GAMBERALE, GOVERNO CI NEGA DIRITTO USO DCS (2)
TLC: GAMBERALE, GOVERNO CI NEGA DIRITTO USO DCS (2)

(Adnkronos) - Un blocco, quello dell'esercizio del dcs dal primo gennaio '98, connesso ai ritardi nell'avviare la gara per il terzo gestore da sempre ''imminente'' e mai avviata (''addirittura -ha detto Gamberale- ci si e' inventati la gara per l'advisor. Un unicum mondiale'') e sancita con il decreto di Natale con cui si avvia la sperimentazione, condizionando il vero e proprio servizio all'ingresso effettivo sul mercato dei nuovi gestori. Una vera e propria ''negazione di un diritto'', incalza l'Ad di Tim, riconosciuta nello stesso accordo di compensazione tra Tim e Omnitel.

E se e' vero, aggiunge Gamberale, che la direttiva conteneva 'un addendum', e cioe' non svantaggiare i nuovi entranti, il ministero ne ha fatto una 'interpretazione distorta''. Cosi', mentre gli altri paesi liberalizzavano, in Italia ''si fanno girare veline'' con cui si dice che Van Miert e' perplesso sulla sperimentazione.

''Ma chi e' Van Miert -si chiede Gamberale- e' l'uomo forte che governa l'Italia, un bamboccio a carica meccanica, un commissario europeo, o il commissario di qualcuno per l'italia''. E ancora: perche' interviene solo contro l'Italia, richiede Gamberale che vorrebbe sapere perche' in Spagna la licenza per il dcs riconosciuta al secondo gestore, Airtel, e' stata valutata 300 mld e a Omnitel zero? La risposta e' chiara: ''Il ministero delle comunicazioni non e' adeguato a difendere gli interessi interni. Di fatto il vero ministro delle tlc italiane e' Karel Van Miert''. (segue)

(Lil/Gs/Adnkronos)