TLC: TOMMASI, SERVONO REGOLE CERTE
TLC: TOMMASI, SERVONO REGOLE CERTE

Roma 21 gen. (Adnkronos)- Regole certe. A chiederle, senza irruenza, ma con molta chiarezza, e' l'amministratore delegato di Telecom, Tomaso Tommasi di Vignano. ''Anche noi dobbiamo rispondere agli azionisti'' afferma, ricordando che se ''la liberalizzazione non si chiude con il quadro normativo'' e' anche vero che ''ha agevolato il suo percorso''. Su questa strada, dice intervenendo al convegno su 'la giungla della liberalizzazione', la Telecom ha preso impegni forti, e se e' stato recuperato il gap con i concorrenti sul fronte industriale, resta sul fronte normativo l'esigenza di certezza.

''Una certezza che ancora non c'e''', sottolinea Tommasi. E che non si raggiungera' se non si terra' conto di un elemento di base: il ribilanciamento tariffario, le tariffe di interconnessione, il canone di concessione, lo stesso Dcs 1800 (''il cui avvio e' per Tim e Omnitel un problema di rispetto o meno di precise indicazioni europee'') non possono essere affrontati singolarmente. ''Non possono essere segmentati. Sono uniti- dice mentre detta le sue condizioni- ed e' un problema grosso. La possibilita' e il limite del ministero e dell'Authority a farlo e' quella di farlo bene''.(segue)

(Lil/Pe/Adnkronos)