ALGERIA: KINKEL, SERVONO PROGRESSI DEMOCRATICI
ALGERIA: KINKEL, SERVONO PROGRESSI DEMOCRATICI

Bonn/Algeri, 21 gen. (Adnkronos/Dpa) - L'Algeria ha bisogno di migliorare il proprio sistema democratico se vuole superare l'attuale crisi, e l'Unione Europea deve mantenere la sua offerta di aiuto per combattere il terrorismo. Lo ha dichiarato oggi il ministro degli Esteri tedesco Klaus Kinkel, mentre in Algeria continuano i massacri e gli attentati. Definendo la visita della delegazione dell'Ue ad Algeri solo un inizio di dialogo con il governo algerino, Kinkel ha detto che la prima priorita' della U.E. era quella di trovare un modo per aiutare il Paese a fermare i massacri dei civili. ''A lungo termine molto dipendera' dal rafforzamento delle strutture democratiche, in particolare il pluralismo dei partiti -ha sottolineato Kinkel- Algeri ha bisogno di aprire un dialogo con tutte le forze presenti nel Paese, anche i gruppi islamici''.

Intanto in Algeri continuano i massacri e gli attentati. Sono almeno nove i morti e 70 i feriti causati dall'esplosione di due bombe avvenute ieri su un autobus nel quartiere di Ben Aknoun ad Algeri ed in un mercato, 30 chilometri ad ovest della capitale algerina. Il quotidiano ''El Watan'' ha riferito che sette persone di un villaggio vicino alla citta' di Said sono state uccise: un uomo di 46 anni, sua moglie ed i loro cinque bambini, uniche persone che erano rimaste nel villaggio dal quale tutti gli altri abitanti erano fuggiti. In un villaggio della regione di Chlef una coppia di anziani e' stata uccisi, ha riferito il quotidiano ''Liberte'', l'uomo era malato e non poteva scappare. (segue)

(Giz/As/Adnkronos)