DESAPARECIDOS: LA SVIZZERA CONSEGNA DOCUMENTI ALLA SPAGNA
DESAPARECIDOS: LA SVIZZERA CONSEGNA DOCUMENTI ALLA SPAGNA

Berna, 21 gen. (Adnkronos) - Le autorita' svizzere hanno consegnato ieri all'ambasciata di Spagna a Berna la documentazione bancaria relativa a conti aperti da militari argentini accusati di rapimento, tortura e omicidio di cittadini spagnoli durante il periodo della dittatura militare nel paese sudamericano (1976- 1983). La notizia -riferisce l'Ats- e' stata resa nota oggi dall'Ufficio federale di polizia (UFP).

Con questo provvedimento, afferma un comunicato, Berna intende appoggiare il procedimento penale aperto dalle autorita' di Madrid. Nell'ottobre del 1996, le autorita' giudiziarie spagnole avevano presentato una richiesta di assistenza giudiziaria nell'ambito dell'azione penale avviata contro 100 militari argentini. Questi sono accusati di genocidio, omicidio, sequestro di persona, furto e falso in documenti. Nel mirino delle autorita' spagnole vi sono i depositi bancari degli imputati.

Su richiesta dell'UFP, il Ministero pubblico della Confederazione ha sollecitato circa 360 banche di Lugano, Zurigo e Ginevra. La ricerca ha consentito di trovare e sequestrare documenti in sei banche. Lo scorso 15 novembre, la procura federale aveva ordinato la consegna degli atti relativi a due persone, mentre per altre quattro sono ancora in corso accertamenti d'identita'. Copia della documentazione bancaria e' stata consegnata anche all'ambasciata argentina di Berna. Lo scorso giugno, infatti, Buenos Aires aveva chiesto informazioni in proposito.

(Ses/As/Adnkronos)