IRAQ: BAGHDAD CHIEDE DI CONGELARE ISPEZIONI SITI PRESIDENZIALI
IRAQ: BAGHDAD CHIEDE DI CONGELARE ISPEZIONI SITI PRESIDENZIALI

Baghdad, 21 gen (Adnkronos/Dpa)- Si e' conclusa con un nulla di fatto la visita di tre giorni a Baghdad del capo degli ispettori della Commissione speciale delle Nazioni Unite (Unscom), l'australiano Rischard Butler. L'unica novita' sostanziale, ha spiegato l'ex ambasciatore nella conferenza stampa, e' la richiesta del regime iracheno di congelare fino al prossimo mese di aprile la questione delle ispezioni ai cosiddetti ''siti presidenziali''. Il vice premier iracheno, Tareq Aziz, ha aggiunto Butler, ha assicurato che l'Iraq discutera' dell'accesso ai palazzi di Saddam Hussein solo se i risultati del vertice tecnico sul disarmo deciso ieri e convocato per febbraio avra' esito positivo. Il capo dell'Unscom ha ribattuto affermando che questa richiesta rappresenta ''un affronto alle decisioni del Consiglio di Sicurezza'' che chiede libero ed immediato accesso agli ispettori a tutti i siti sospetti.

Butler ha inoltre chiarito che il vice premier iracheno ha ribadito la posizione del suo governo, intenzionato a concedere agli esperti dell'Onu altri sei mesi, fino al prossimo giugno, per completare le ispezioni ai suoi siti militari. (segue)

(Neb/Zn/Adnkronos)