M.O.: BEIRUT NEGA IL VISTO AL COGNATO DI ARAFAT
M.O.: BEIRUT NEGA IL VISTO AL COGNATO DI ARAFAT

Beirut, 21 gen. (Adnkronos/Dpa) - Tensione fra Onu e Libano, dopo che Beirut non ha voluto concedere il visto d'ingresso a Ibrahim Souss, cognato del leader palestinese Yasser Arafat e nuovo direttore dell'Ufficio per il Medio Oriente dell'Organizzazione internazionale del Lavoro (Ilo), con sede nel paese dei cedri. Souss, naturalizzato francese e in possesso di un passaporto diplomatico yemenita, e' stato rappresentante dell'Olp a Parigi.

Il ministro degli Esteri libanese Farez Boueiz, citato dal quotidiano An Nahar, che ha diffuso la notizia, ha spiegato che il Libano segue la politica di non accettare rappresentanti dell'Onu che abbiano qualche legame col paese, in quanto godono dell'immunita' diplomatica. Il ministro ha aggiunto di rendersi conto che tale posizione potrebbe portare al trasferimento in un'altro paese dell'ufficio dell'Ilo per il Medio Oriente.

Il Libano, che ritiene responsabili i palestinesi per lo scoppio della guerra civile del 1975-90 e ospita ancora numerosi profughi, ha ristretto negli ultimi tre anni i visti loro concessi.

(Civ/Gs/Adnkronos)