M.O.: NETANYAHU, ARAFAT RISPETTI GLI ACCORDI, POI IL RITIRO
M.O.: NETANYAHU, ARAFAT RISPETTI GLI ACCORDI, POI IL RITIRO

Washington, 21 gen. (Adnkronos)- Dopo i due incontri alla Casa Bianca tra Benyamin Netanyahu e Bill Clinton, definiti dai commentatori una nuova tappa della ''guerra di logoramento'' in atto tra i due leader, il primo ministro israeliano ha ribadito oggi che ulteriori ritiri dalla Cisgiordania saranno possibili solo dopo che i palestinesi avranno attuato pienamente gli accordi firmati. Intervenendo al ''National Press Club'' di Washington, Netanyahu ha affermato che negli incontri con il presidente americano e con il segretario di Stato Madeleine Albright sono stati compiuti alcuni passi avanti, ma che molto rimane ancora da fare nelle prossime settimane.

''Sono pronto ad ordinare il ritiro (delle truppe israeliane dalla Cisgiordania) -ha detto il primo ministro, che ha dato l'impressione di essere molto teso- ma non sono disposto a mettere Israele in pericolo''. Netanyahu ha quindi insistito sul fatto che l'Autorita' nazionale palestinese non ha rispettato nessuno degli obblighi contratti lo scorso anno nel documento firmato a latere dell'accordo sul ritiro israeliano dall'80 per cento della citta' cisgiordana di Hebron, cosa che invece il suo governo avrebbe fatto.

(Neb/Pe/Adnkronos)