M.O.: SODDISFAZIONE IN ISRAELE PER INCONTRO CLINTON-NETANAYHU
M.O.: SODDISFAZIONE IN ISRAELE PER INCONTRO CLINTON-NETANAYHU

Gerusalemme, 21 gen. (Adnkronos/Dpa)- A dispetto dei commenti che a Washington parlano di due incontri senza risultati e di una ''guerra di logoramento'' tra Bill Clinton e Benyamin Netanayhu, in Israele i faccia a faccia tra i due leader sono considerati un successo. Anche se il primo ministro israeliano, come hanno ribadito fonti vicine alla Casa Bianca, ha ricevuto una accoglienza ''fredda ed ostile'', i portavoce del governo israeliano, Danny Naveh e David Bar Illan, hanno dichiarato che sia Clinton che Netanyahu hanno mostrato il ''desiderio di lavorare fianco a fianco e di comprendere le reciproche posizioni''.

''I nostri principi piu' importanti sono stati accetti -ha detto Bar Illan alla radio dell'esercito- E cioe' che non possiamo fare nulla fino a quando i palestinesi non avranno rispettato i loro impegni. La domanda adesso e' quanto tempo ci vorra' per compiere i necessari controlli. In ogni caso non esiste alcuno stallo''. Dal canto suo Naveh ha chiarito che il primo ministro non ha rivelato al presidente americano l'entita' e l'ampiezza del ritiro limitato dalla Cisgiordania che Israele si accinge a proporre ai palestinesi.

Secondo il quotidiano ''Ha'aretz'', Clinton spingerebbe per un accordo su un ridispiegamento israeliano da circa il 14 per cento della Cisgiordania, mentre Netanyahu non sarebbe intenzionato a concedere un ritiro superiore al 9.5 per cento. (segue)

(Neb/Gs/Adnkronos)