M.O.: TERMINATO SECONDO INCONTRO CLINTON-NETANYAHU (NUOVO)
M.O.: TERMINATO SECONDO INCONTRO CLINTON-NETANYAHU (NUOVO)

Washington, 21 gen. - (Adnkronos/Dpa) - Non ha apparentemente prodotto risultati concreti il secondo incontro fra il presidente americano Bill Clinton e il premier israeliano Benyamin Netanyahu, convocato a sorpresa dopo gli scarsi risultati del primo colloquio e di un incontro fra 'Bibi' e il segretario di Stato Madeleine Albright. Malgrado le dichiarazioni diplomatiche dei portavoce, fonti israeliane e americane hanno parlato di una atmosfera fredda e di una ''guerra di logoramento'' fra i due leader. Netanyahu ripartira' oggi per Israele, come previsto. Domani l'incontro fra clinton e il leader palestinese Yasser Arafat.

Secondo un portavoce della Casa Bianca fra Netanyahu e Clinton vi e' stata una ''buona discussione'', ma molto rimane ancora da fare. Mentre per i portavoce israeliani Danny Naveh e David Bar Ilan i due leader hanno dimostrato ''desiderio di lavorare assieme e comprensione per le reciproche posizioni''. La Albright ha invece definito i colloqui con Netanyahu ''lavori in corso''.

Argomento centrale dei colloqui, intesi a far ripartire il processo di pace in Medio Oriente, e' stato l'eventuale prossimo ritiro israeliano dalla Cisgiordania. A quanto riferisce il quotidiano Haaretz, Clinton sostiene un ritiro articolato in piu' fasi dal 14 per cento della Cisgiordania, mentre Netanyahu non vuole andare oltre il 9,5 del territorio.

Fonti americane, citate dalla radio militare israeliana, affermano che Netanyahu ha respinto una specifica proposta di Clinton, malgrado le forti pressioni americane. L'emittente ha citato fonti israeliane, secondo le quali l'atmosfera fra i due leader era ''da guerra di logoramento''. Clinton -affermano le fonti- tenterebbe di prendere Netanyahu per stanchezza.

(Civ/Zn/Adnkronos)