PAPA A CUBA: NYT, NON LA RENDERA' PIU' LIBERA
PAPA A CUBA: NYT, NON LA RENDERA' PIU' LIBERA

L'Avana, 21 gen. (Adnkronos/Dpa) - Rischia di rimanere deluso chi spera che la visita del Papa faccia di Cuba un Paese molto piu' libero o abbrevi la permanenza al potere di Fidel Castro. Sono infatti pochi i viaggi compiuti finora dal Pontefice che hanno avuto conseguenze politiche, e tutti si sono svolti in circostanze molto diverse da quelle esistenti oggi a Cuba. Lo scrive oggi il 'New York Times', in un editoriale ripreso anche dall' 'International Herald Tribune'.

Nell'accostarsi ai temi politici - osserva il quotidiano statunitense - il Papa non si spinge generalmente oltre la difesa della liberta' religiosa, la tutela dei diritti umani, la necessita' di assistere gli indigenti. E' noto per essere un anticomunista, ma e' anche critico nei confronti di quello che definisce il 'capitalismo selvaggio', ed e' contrario alla misura dell'embargo, posizioni queste che lo accomunano a Castro. (segue)

(Cin/As/Adnkronos)