IPPICA: PRIX D'AMERIQUE
IPPICA: PRIX D'AMERIQUE

Roma, 21 gen. (Adnkronos) - Autentico campionato del mondo di trotto sulla distanza, ma soprattutto prova tradizionale e glorioso come nessun'altra, il Prix d'Amerique 1998 va in scena domenica sulla pista di carbonella nera del Bois de Vincennes. La dichiarazione ufficiale dei partenti avverra' solo nella mattinata di venerdi' 23 ma per il meccanismo che ammette alla prova i 18 concorrenti piu' ricchi fra i rimasti iscritti, il campo di partenza dell'Amerique e' gia' particamente definito.

C'e' come ogni anno, un favorito degno di tale nome; si tratta del sauro biondo Defi d'Aunou, trottatore meraviglioso sotto vari punti di vista il quale, presentato in corsa dalla famiglia Dubois per i coloro di famiglia, accentra il pronostico. Si tratta, come detto, di un autentico ''summit'' ed allora i nomi dei principali antagonisti di Defi sono davvero altisonanti. Tra i francesi, i piu' stimati sono Echo, Escartefigue e Capitole; il primo vincitore del Belgique; Escartefigue lo ha seguito in quella circostanza e puo' correre bene al pari del potente Capitole. La femmina Dryade des Bois ha tentato, senza successo, il vertice del trotto al montato domenica scorsa, con scelta discutibile; viene ugualmente stimata possibile piazzata, cosi' come il vecchio (10 anni) Abo Volo che e' il campione in carica.

Tra gli ospiti prime chances per gli svedesi Zoogin (protagonista di una straordinaria frazione conclusiva nel Prix de Belgique) e Huxtable Hornline, possibile battistrada della prova e in dicembre vincitore a Tor di Valle del Gran Premio Gaetano Turilli.

(Com/Pe/Adnkronos)