COMMERCIO: BERSANI, UNA RIFORMA NON UNA RIVOLUZIONE
COMMERCIO: BERSANI, UNA RIFORMA NON UNA RIVOLUZIONE

Roma, 22 gen. (Adnkronos)- E' una riforma per il commercio, non una rivoluzione sul commercio. Pierluigi Bersani, ministro dell'Industria, difende e spiega cosi', ai senatori della Commissione attivita' produttive, lo spirito del decreto legislativo per riordinare il settore comemrciale. ''Si deve procedere con serenita', nell'approvazione di un provvedimento che avra' nella certezza dei tempi e nella trasparenza del dialogo con le parti sociali'' i criteri di riferimento, ha detto Bersani.

Il ministro, rispondendo alle domande dei senatori, ha fatto notare come, superata la paura iniziale, ''anche tra i commercianti si e' avviato un approfondimento e una riflessione su un provvedimento che intende portare il commercio al centro della discussione nazionale dopo vent'anni di silenzio. Non c'e' da aver paura ad andare avanti, semmai ve ne e' a stare fermi. Finalmente -ha aggiunto- avremo un soggetto imprenditoriale sullo stesso piano di tutti gli altri''.

Bersani ha quindi ripercorso punto per punto gli elementi qualificanti del decreto, soffermandosi su quelli che hanno maggiormente suscitato allarme tra gli operatori. In tema di liberalizzaione delle licenze, Bersani ha cercato di smorzare ''l'allarme sociale lanciato da chi vi vede una intenzione di esproprio. E' una grande inesattezza, perche' si confonde la licenza con i costi di avviamento dove nessuno, invece, intende intervenire''. Il Ministro si e' quindi impegnato a rendere nota la lista degli esercizi di alimentari e abbigliamento, sono circa il 68 per cneto, che saranno comunque protetti.(Segue)

(Maz/Pe/Adnkronos)