I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. E' iniziato poco dopo le 11 alla Camera il quarto giorno di dibattito sulle riforme costituzionali. La seduta continuera' fino alle 14 con gli interventi, tra gli altri, degli ex presidenti della Bicamerale Ciriaco De Mita e Nilde Iotti. Nel pomeriggio, dalle 15 in poi, il confronto andra' avanti fino alle 23. Alle riforme sara' dedicato il congresso dell'Associazione nazionale magistrati, che si apre oggi pomeriggio, alla presenza del Capo dello Stato, con la relazione del presidente Elena Paciotti.

Milano. Apertura in rialzo per la Borsa: il primo indice Mibtel del mercato telematico registra un progresso dello 0,71 per cento a 18.741 punti. La quota rappresenta un nuovo record assoluto. Sul fronte dei cambi, lira in flessione sul dollaro in apertura delle contrattazioni sui mercati valutari italiani: la divisa statunitense vale 1.788 lire contro le 1.781,55 lire indicate ieri dalla Banca d'Italia. Il marco tedesco rimane stabile a 986,05 lire rispetto alle precedenti 986,57.

Roma. Una nuova tegola si abbatte sui conti pubblici italiani. La Corte di Giustizia europea di Lussemburgo ha condannato oggi l'Italia per i 275 miliardi che nel '92 sono finiti nelle tasche degli autotrasportatori sotto forma di bonus fiscale sul prezzo del gasolio. La decisione della Corte segue quella della Commissione Europea che aveva gia' dichiarato illegittimo il decreto sul bonus fiscale, chiedendo al governo italiano di sopprimerlo e di recuperare l'importo gia' concesso agli autotrasportatori. Si tratta appunto di 275 miliardi per il '92, col rischio pero' di superare i 1.000 miliardi se a quella di oggi seguiranno altre sentenze negative per i ''bonus'' concessi negli anni successivi.

Roma. ''Per mantenere l'avanzo primario richiesto dal patto di stabilita', le tasse non potranno essere ridotte se non marginalmente''. La previsione e' stata fatta dal sottosegretario al Tesoro, Pietro Giarda, nel corso di un'audizione in commissione Bilancio alla Camera. Giarda ha anche aggiunto che ''una parte significativa delle tasse pagate dal contribuente italiano non potra' andare a produrre servizi pubblici o migliorare la qualita' di quelli sistenti, ma dovra' essere riservata -ha chiarito- a pagare il costo degli interessi del debito pubblico''.

Roma. Aumentano le retribuzioni orarie contrattuali dei lavoratori dipendenti. A dicembre '97 hanno registrato -secondo l'Istat- una variazione congiunturale (dicembre '97 rispetto a novembre '97) pari a piu' 0,1%. L'indice ha registrato una variazione tendenziale (dicembre '97 rispetto a dicembre '96) pari a piu' 3,6%, mentre la variazione media dell'anno '97 e' stata piu' 4,4%.

Roma. '' E' una competenza dei presidenti delle due Camere. Non voglio interferire. Immagino che entro la settimana la soluzione ci sara'''. Cosi' il ministro delle Comunicazioni, Antonio Maccanico, al termine dell'audizione alla commissione Trasporti della Camera, risponde ai giornalisti che gli chiedevano se ci fossero schiarite nella maggioranza sulle nomine per il consiglio di amministrazione della Rai. ''Sui nomi -ha sottolineato- non ho da dire nulla. Il rinnovo o meno della carica di direttore generale spetta al cda e all'azionista''. (segue)

(Sin/As/Adnkronos)