I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Cagliari. La legge che prescrive il blocco dei beni dei sequestrati ''contiene una dose di discrezionalita' per i magistati. E' quel grado di flessibilita' che ci fa ritenere che la legge consente di tenere al primo posto la salvezza della vita dei rapiti''. Lo sostiene il presidente della commissione Antimafia Ottaviano Del Turco, appena giunto in Sardegna proprio per fare il punto sulla situazione dei sequestri. ''E' una legge che va migliorata ma non va distrutta -spiega Del Turco- perche' i risultati di questi anni dimostrano che l'irruzione di questa legge nel panorama criminale del nostro paese ha ridotto il numero dei sequestri da cifre insopportabili per un paese civile ai drammi, comunque contenuti, che stiamo vivendo in questo periodo''. A giudizio di Del Turco, ''ci sara' tempo per discutere di eventuali modifiche alla legge''. ''L'unica cosa -ammonisce- che non possiamo fare, e non lo faremo qui dalla Sardegna, e' lanciare una sorta di bando nazionale perche' si riarmino le bande dei sequestratori''.

Aosta. Freddo record in Val d'Aosta, dove in alcune zone il termometro e' sceso nella notte fino a 12 gradi sotto zero. Numerose strade delle vallate interne si sono ghiacciate, provocando disagi alla circolazione. Il freddo e' causato dall'alta pressione continentale, presente su tutte le regioni alpine. E' anche in arrivo un nuovo flusso di aria fredda dal Nord Europa, che fara' abbassare ulteriormente le temperature. Cielo sereno fino a domani.

Roma. E' in corso la seconda udienza del processo d'appello nei confronti di Erich Priebke e Carl Hass, i due ufficiali delle SS accusati dlela strage delle Fosse Ardeatine. Stamane Priebke, tuttora agli arresti domiciliari, si e' presentato nell'aula bunker dove si svolge il processo, mentre Hass viene giudicato in contumacia. Rigide le misure intorno all'ex ufficiale: troupe televisive, fotografi e giornalisti vengono tenuti a distanza da cordoni di Carabinieri.

Ravenna. La Squadra Mobile di Catanzaro ha arrestato il turco Muzaffer Bilgin, ritenuto il comandante della nave che il 29 maggio dello scorso anno sbarco' 250 clandestini nei pressi di Guardavalle. Al momento dello sbarco, Bilgin si era disfatto del passaporto, confondendosi tra gli immigrati e facendo poi perdere le sue tracce. Rientrato in Turchia, Bilgin ha ripreso la sua attivita'. E' stato arrestato su un mercantile turco, giunto a Ravenna.

Roma. L'Istituto Nazionale di Geofisica ha comunicato che ieri sera, poco dopo le 22, e' stata registrata una scossa di terremoto del IV grado della scala Mercalli con epicentro localizzato nella zona di Casenove-Colfiorito-Serravalle del Chienti-Verchiano. Secondo quanto si e' appreso, la scossa e' stata avvertita dalla popolazione, ma non si segnalano danni a persone e cose. (segue)

(Sin/As/Adnkronos)