GIORGIANNI: 'CENTONOVE' REPLICA AL SOTTOSEGRETARIO
GIORGIANNI: 'CENTONOVE' REPLICA AL SOTTOSEGRETARIO

Roma, 12 feb. -(Adnkronos)- Il sottosegretario all'Interno Angelo Giorgianni ha querelato soltanto una volta il settimanale siciliano 'Centonove', e non in relazione agli articoli che contenevano le accuse riprese nell'interrogazione parlamentare diffusa ieri. Lo sostiene il direttore Graziella Lombardo, spiegando che ''in una sola occasione l'ex magistrato ha presentato querela: quando il giornale, il 29 settembre '95, ha anticipato le sue trattative con i partiti, in vista dell'imminente candidatura''. In quell'occasione, Giorgianni invio' un fax, ricorda la Lombardo, ''da noi regolarmente pubblicato'', in cui ''smentiva la candidatura e ipotizzava una sponda fra il nostro giornale e apparati politici-mafiosi per delegittimarlo''.

Il direttore di 'Centonove' riporta anche le conclusioni dell'inchiesta condotta dall'Ordine dei giornalisti, che ''ha verificato -afferma- l'assoluta inconsistenza delle dichiarazioni di Giorgianni, dando atto ai giornalisti di questa redazione di aver svolto diligentemente il proprio lavoro''. Tanto piu', aggiunge la Lombardo, che ''la veridicita' della notizia si e' palesata pochi mesi dopo, con la sua ufficiale candidatura in un collegio sicuro''.

''Se tentativo di delegittimazione c'e' stato, questo -denuncia il direttore- e' avvenuto solo nei confronti del settimanale 'Centonove''': l'''ex magistrato Giorgianni dispose l'apertura di un'indagine a carico dell'amministratore Enzo Basso, conclusasi poi con l'archiviazione''.

(Sin/Pn/Adnkronos)