MODA: PROTESTE DEI FOTOGRAFI ALLE SFILATE DI MILANO
MODA: PROTESTE DEI FOTOGRAFI ALLE SFILATE DI MILANO

Milano, 3 mar. (Adnkronos) - La quinta giornata di sfilate milanesi inizia all'insegna delle proteste. Per la presentazione di Missoni i fotografi protestano contro la disorganizzazione. Lo spazio disposto per loro ne contiene solo 40, mentre quelli accreditati sono oltre 140. Per protesta escono tutti dalla sala e si rifiutano di fotografare la collezione. La passerella ad U e la disposizione non consente loro di lavorare.

Lo staff di Missoni fatica non poco per convincerli ad entrare. La sfilata subisce piu' di un'ora di ritardo ma sono tutte le sfilate ad aver avuto uno slittamento. La prima sfilata della giornata, Cividini, e' iniziata con oltre un'ora di ritardo perche' nella mattinata si erano sovrapposte due conferenze stampa organizzate da Dolce & Gabbana e Romeo Gigli.

Clima in fibrillazione dentro la Fiera di Milano. I Vigili del fuoco bloccano gli ingressi perche' il numero delle persone invitate alle sfilate e' superiore a quello da loro consentito.

(Red/As/Adnkronos)