NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Fausto Bertinotti insiste sulla necessita' di un incontro a breve tra i partiti della maggioranza e il governo. La richiesta, formulata stamane a nome della segreteria da Graziella Mascia, con un giro di confronti bilaterali tra i partiti, e' stata ribadita dal leader di Rifondazione. ''Noi -ha detto Bertinotti- la richiesta di incontri bilaterali l'abbiamo avanzata da almeno un mese. La proposta, non di un programma nostro, ma di un impegno programmatico del governo della durata di un anno per realizzare l'azione riformatrice, era stata accompagnata dalla richiesta di un incontro con il governo e i partiti della maggioranza. Lo abbiamo sollecitato e continuiamo ad insistere''.

Roma. Lira in calo nei confronti del dollaro e stabile sul marco. La divisa statunitense, secondo le rilevazioni indicative della Banca d'Italia, vale 1.786,67 lire contro le 1.779,16 lire di ieri. Il marco invece rimane sostanzialmente stabile: vale oggi 984,12 lire contro le 985,14 lire di ieri.

Venezia. ''Io non ricevo lezioni da nessuno, tanto meno dall'on. D'Alema sulla necessita' e la voglia mia e nostra di arrivare a delle riforme''. Cosi', il leader di Fi, Silvio Berlusconi da Venezia risponde a chi lo ha criticato per le sue prese di posizione alla conferenza programmatica di An a Verona sul fronte delle riforme istituzionali e, sottolineando che si e' trattato di ''mistificazioni'', precisa ''il primo paladino delle riforme nel nostro Paese sono stato io''. E ancora: ''D'Alema mi invita a spiegare la mia posizione sulle riforme. Io non devo dare risposte a lui, ma a me stesso, alla mia coscienza, ai miei elettori, al Paese''.

Roma. ''Per il Pds, la posizione del ministro Burlando non e' in discussione''. Fabio Mussi spiega cosi' l'atteggiamento della Quercia sulla richiesta di dimissioni del ministro dei Trasporti avanzata dal capogruppo del Prc alla Camera Oliviero Diliberto. Mussi ha partecipato stamane a Botteghe Oscure, insieme al presidente dei senatori dei Ds, Cesare Salvi, ed al segretario organizzativo Marco Minniti ad una riunione con Massimo D'Alema. Al termine, spiega che non si e' parlato della richiesta di dimissioni del ministro piedissino dei Trasporti. ''Da Rifondazione -dice Mussi- non abbiamo ricevuto alcuna richiesta in tal senso. Per questo, attendiamo di conoscere le ragioni del presidente Diliberto''.

Roma. La riduzione d'orario deve diventare un obiettivo comune a tutti i Paesi d'Europa. L'iniziativa parte dalla Fem, la federazione europea dei metalmeccanici, che oggi, per bocca del suo presidente Tony Janssen ha lanciato la proposta di individuare 'un orario di massima' comune a tutti i Paesi d'Europa. La proposta di Janssen si basa su un orario annuo di 1.750 ore, comprensive dello straordinario, che dovra' essere comunque retribuito, anche attraverso il meccanismo dei riposi compensativi, e che non dovra' comunque superare il tetto delle 100 ore annue. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)