NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (4) - LA CRONACA
NOTIZIE FLASH: 3/A EDIZIONE (4) - LA CRONACA

Roma. ''Nella recente riunione trilaterale con Francia e Spagna sull'integrazione europea, che si e' tenuta a Siena il 15 e 16 febbraio scorsi, il ministro Flick ha chiesto al ministro francese Guigou di concedere l'estradizione di alcuni rifugiati politici come atto formale in vista di un'imminente amnistia''. Lo afferma Oreste Scalzone da Parigi, aggiungendo di aver appreso questo particolare in ambienti francesi vicini al ministero. ''A quanto abbiamo saputo -continua l'ex leader di Potere Operaio- sarebero stati proprio gli italiani a spingere perche' venisse dato il via libera, per un certo numero di nomi, in virtu' del trattato di Schengen''.

Roma. Settantuno personalita' del mondo della politica, della cultura, dell'economia, fanno parte, insieme a Mario Segni del comitato promotore del referendum per l'abrogazione della quota proporzionale che, giovedi' alle 10.00, depositera' il quesito presso la corte di Cassazione. La novita' viene dall'inserimento tra i promotori del referendum anche di Antonio Di Pietro e di alcuni parlamentari del suo movimento.

Roma. Non sono piaciute al Cocer (Consiglio Centrale di Rappresentanza) dei Carabinieri le affermazioni del sottosegretario all'Interno, Giannicola Sinisi, che il 25 febbraio alla Camera ha detto, riferendosi al controllo del territorio nei piccoli centri: ''non puo' essere piu' lasciato a delle sinecure, non puo' essere piu' il luogo di tranquilla attesa del pensionamento dei comandanti di stazione. Deve essere invece il luogo in cui si recupera la legalita' attraverso l'esempio''. In una nota, il Cocer sottolinea la propria ''amarezza'' per queste dichiarazioni, che ''offendono la dignita' dei destinatari minandone o quantomeno sminuendone il ruolo. La figura del comandante di stazione dei carabinieri e' troppo nota per essere messa in discussione in un modo cosi' ingeneroso e provocatorio''.

Londra. Buckingham Palace cade a pezzi mandando un ospite all'ospedale. Un pezzo di intonaco caduto dal soffitto della sala da ballo del palazzo della famiglia reale britannica ha ferito sulla testa uno degli ospiti durante una cerimonia. La Regina, che presenziava la cerimonia, ha guardato verso l'alto al momento dell'incidente per poi chiedere all'orchestra militare di continuare a suonare e far proseguire la serata. (segue)

(Sin/Pn/Adnkronos)