35 ORE: LA RIDUZIONE D'ORARIO DIVENTA OBIETTIVO EUROPEO (2)
35 ORE: LA RIDUZIONE D'ORARIO DIVENTA OBIETTIVO EUROPEO (2)

(Adnkronos)- La proposta lanciata dalla Fem e' condivisa anche dagli altri sindacati europei, che hanno partecipato oggi all'iniziativa romana. Il vice presidente della Ig Metall, Walter Riester, ricorda che ''per ora ci sono solo due governi europei, e cioe' quello italiano e quello francese, che puntano alla riduzione a 35 ore. In Germania, per esempio, il nostro governo e' decisamente contrario. Attualmente -sottolinea- le 35 ore ci sono soltanto nell'industria metallurgica. Quindi, ben venga la proposta della Fem per arrivare a un punto di equilibrio con l'adeguamento di tutti i Paesi europei''.

Il progetto della Fem viene appoggiato anche dai sindacati metalmeccanici italiani. Spiega Pier Paolo Baretta, segretario generale della Fim Cisl: ''Se le 38 ore diventeranno davvero un obiettivo europeo, questo aiutera' non poco l'Italia a conquistare le 35 ore''. A questo proposito, Baretta sollecita una rapida apertura della trattativa sull'orario da parte di governo, sindacati e imprese: noi crediamo che si tratti di una grande occasione, non solo per discutere dell'orario ma anche per affrontare i temi della flessibilita', dell'occupazione, e anche della revisione dell'accordo di luglio. Secondo noi e' un negoziato da avviare in tempi rapidi, anche se sicuramente non sara' semplice, perche' c'e' da prendere ma anche da dare''. (segue)

(Nnz/Pn/Adnkronos)