35 ORE: LA RIDUZIONE D'ORARIO DIVENTA OBIETTIVO EUROPEO (3)
35 ORE: LA RIDUZIONE D'ORARIO DIVENTA OBIETTIVO EUROPEO (3)

(Adnkronos)- A sua volta, il segretario generale della Fiom, Claudio Sabattini, si pronuncia a favore della riduzione d'orario per legge precisando che ''oggi ci siano le condizioni per avviare, a livello europeo, un'operazione di questo tipo. Quello che conta -sottolinea- e' che la riduzione sia legata a un meccanismo di incentivi e disincentivi strutturali, e cioe' che puntino ad abbattere stabilmente il costo del lavoro''.

Infine, il segretario della Uilm Luigi Angeletti, sottolinea che ''la posizione della Fem e' condivisa da tutti noi. Di fronte al dramma europeo della disoccupazione, i metalmeccanici europei baseranno sulla riduzione dell'orario la loro strategia. Del resto, ricorda, l'Euro dovra' portare non solo all'armonizzazione delle monete, ma anche a quello delle politiche economiche e sociali. Il nodo vero -conclude- e' quello di recuperare il controllo sull'orario di lavoro. La legge, dunque, sara' utile se aiutera' il sindacato a esercitare questo controllo, che attualmente ci sfugge. L'intervento legislativo sarebbe invece dannoso se si sostituisse la contrattazione.

(Nnz/Pn/Adnkronos)