ANTITRUST: SLC-CGIL DENUNCIA 'L'ATTACCO' AL POLIGRAFICO
ANTITRUST: SLC-CGIL DENUNCIA 'L'ATTACCO' AL POLIGRAFICO

Roma, 3 mar. (Adnkronos) - La segnalazione dell'Autorita' Garante della Concorrenza e del Mercato, inviata alle piu' alte cariche dello Stato sull'attivita' dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, appare come ''un attacco frontale e definitivo all'opera di trasformazione, ristrutturazione e rilancio del Gruppo IPZS''. Il giudizio e' della Slc-Cgil, che gia' in passato aveva proposto una serie di modifiche legislative, a partire dalla trasformazione in Spa, che avrebbe evitato di portare l'ente ''al collasso produttivo, organizzativo e finanziario''.

''Appare alquanto singolare che l'Autorita' Garante interviene proprio nel momento del cambio del management -si legge in una nota- ed alla luce di incontri tra il ministero del Tesoro e le strutture sindacali di categoria sui percorsi e gli indirizzi del piano di trasformazione e ristrutturazione del Gruppo IPZS. Quindi, pur nel complesso delle difficolta' esistenti, sembra strano che l'Autorita' del Garante non abbia sentito il bisogno di un confronto con il ministero del Tesoro e non di meno della convocazione delle strutture sindacali di categoria per avere informazioni sull'attuale situazione del Gruppo IPZS''.

La Slc-Cgil denuncia il complessivo e grave ritardo nell'attuazione degli obiettivi, indicati proprio dal Tesoro: ''Ritardo che apre larghi spazi ad una serie di attacchi che da una parte puntano all'acquisizione di commesse di carattere istituzionale minando gli attuali livelli occupazionali e dall'altra annullando alla base la volonta' di trasfromazione dell'Ente voluta essenzialmente dai lavoratori del Gruppo''. La Slc-Cgil chiede un immediato intervento del ministro del Tesoro e dei vertici aziendali in risposta all'Antitrust.

(Sec/Gs/Adnkronos)