BNL-BANCO DI NAPOLI: SINDACATO A BASSOLINO, SINDACO PENSACI TU
BNL-BANCO DI NAPOLI: SINDACATO A BASSOLINO, SINDACO PENSACI TU

Napoli, 3 mar. (Adnkronos) - No alla fusione con la Bnl per incorporazione. E' la posizione dei Comitati aziendali di Coordinamento del Banco di napoli. I sindacati Fabi, Falcri, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Uib-Uil sono scesi in campo contro il rischio di quella che hanno definito la ''colonizzazione della realta' del banco e delle sue specificita', a discapito del Mezzogiorno, della citta' di napoli e degli stessi lavoratori''. Un tavolo di confronto a cui e' stato invitato il mondo politico locale e dal quale si e' levato forte un appello diretto al sindaco Antonio Bassolino. ''Che il sindaco intervenga -dice Giuseppe Pacella della Fabi- per il Banco di Sicilia il sindaco Orlando e' andato a Roma, ha parlato con il presidente Prodi ed e' venuta fuori una soluzione sicuramente soddisfacente per l'area siciliana. Noi vogliamo che anche Bassolino scenda direttamente in campo''.

Dal sindacato una proposta specifica, quella di una conferenza da realizzare al piu' presto, con tutti i soggetti interessati e con il sindaco in prima linea, perche' il Banco di Napoli non scompaia dal suo territorio di radicamente storico. E le prime risposte positive sono quelle di Pasquale Losa, assessore al lavoro del comune di Napoli, presente all'incontro di oggi, e di Amedeo Lepore, capogruppo del Pds. ''Il comune -ha rassicurato Lepore- seguira' il processo in tutte le sue fasi. E' importante che il centro decisionale rimanga nel Mezzogiorno perche' si realizzino davvero le politiche di investimento. Sono proprio i centri decisionali a caratterizzare le scelte di un gruppo''. (segue)

(Sia/Gs/Adnkronos)