CATASTO: ANPE, SI VUOLE AGGRAVARE PRESSIONE FISCALE IMMOBILI
CATASTO: ANPE, SI VUOLE AGGRAVARE PRESSIONE FISCALE IMMOBILI

Roma, 3 mar. -(Adnkronos)- La decisione del Governo di modificare il sistema di determinazione della rendita catastale ponendo a base del calcolo la superficie lorda degli immobili, comprendendo quindi anche le mura, continua suscitare reazioni indignate.

''Il Governo non sembra tanto preoccupato di procedere alla riforma di sistemi e procedure antiquate ed alla riorganizzazione di uffici che hanno ormai cessato di funzionare da tempo immemorabile -dice Giuseppe Magno, presidente dell'Anpe, Associazione nazionale della proprieta' edilizia- ma abbia in realta' l'intendimento di aggravare ulteriormente la pressione fiscale sugli immobili mediante una surrettizia lievitazione di una base imponibile cosi' importante come la rendita catastale''.

Insomma secondo l'Anpe il governo ''piu' che mai assetato di denaro, avrebbe 'inventato' un nuovo modo di inasprire la pressione fiscale sugli immobili evitando una impopolare maggiorazione della aliquote ma ricorrendo ad un subdolo aumento della base imponibile. Non c'e' da fidarsi delle promesse volutamente fumose del ministro Visco di rivedere in futuro le aliquote al fine di riportare la pressione ai livelli attuali''.

(Sec/Pn/Adnkronos)