OCCUPAZIONE: PARTE IL PRIMO CONTRATTO D'AREA, E' CROTONE (3)
OCCUPAZIONE: PARTE IL PRIMO CONTRATTO D'AREA, E' CROTONE (3)

(Adnkronos) - A sua volta, il segretario della Cisl, Natale Forlani, definisce ''del tutto immotivate'' le critiche che la scorsa settimana il vicepresidente di Confindustria Carlo Callieri aveva mosso all'intesa, precisando che ''Grazie a questo accordo, e a quelli che seguiranno, nel giro di un anno il sud puo' 'svoltare' davvero''. Dopo Crotone, domani verra' firmata anche l'intesa per Manfredonia, e il 12 quella per Castellamare di Stabia - Torre del Greco (Napoli). A fine mese una nuova delibera del Cipe dara' il via altri contratti in 'lista d'attesa', circa una ventina.

L'intesa per Crotone riguarda 14 imprese, per un totale di 277 posti di lavoro e un finanziamento, al momento, di 45 mld, di cui 35 provenienti dalla legge 488. Altri 230 mld circa dovrebbero arrivare dai 1000 mld complessivi stanziati dalla Finanziaria e con i quali si dovrebbe dare risposta alla richiesta di altre 106 imprese. Nel complesso, si dovrebbero creare 2000 posti di lavoro nell'area.

L'accordo contiene soluzioni innovative per la flessibilita'. In particolare, l'accordo prevede per i contratti di formazione la durata di 36 mesi, con due livelli di inquadramento inferiori alla qualifica di riferimento del lavoratore; contratti di inserimento a tempo indeterminato per disoccupati di lunga durata e lavoratori in cig con lo stesso trattamento salariale dei CFL; una moratoria della contrattazione aziendale della durata di 4 anni dall'inizio dell'investimento; l'introduzione dell'apprendistato per i giovani fino a 26 anni, per un periodo di 4 anni e con un salario iniziale pari al 60% del minimo contrattuale (destinato a salire gradatamente negli anni successivi). C'e' inoltre la possibilita' di assumere lavoratori a tempo determinato fino al 20% in piu' di quanto previsto dal CNL.

(Nnz/Pn/Adnkronos)