ZANUSSI: IL REGOLAMENTO ANTI-MOLESTIE E' IN BUSTA PAGA (2)
ZANUSSI: IL REGOLAMENTO ANTI-MOLESTIE E' IN BUSTA PAGA (2)

(Adnkronos)- Ma se la procedura cosiddetta ''informale'' -in sostanza interna all'azienda- non dovesse essere sufficiente il consigliere puo' proporre a chi ha denunciato la molestia il ricorso ''alle vie penali''. In alcuni casi, la segnalazione da parte della ''vittima'' puo' anche non essere necessaria: i consiglieri, infatti, possono prendere iniziative autonome quando ''rilevino un clima di lavoro intimidatorio, umiliante od ostile e tale da recare offesa alla dignita' della persona''.

L'istruttoria, deve, in ogni caso, concludersi nel giro di 30 giorni, prorogabili di altri 30. La Commissione, a quel punto, una volta sentite separatamente le parti, puo' tentare una conciliazione o prendere una serie di misure tra cui, nei casi gravi, l'allontanamento dal posto di lavoro di uno dei soggetti coinvolti.

Il regolamento e' frutto dell'applicazione di una iniziativa prevista dall'accordo raggiunto tra azienda e sindacati sulla partecipazione nel luglio del 1997.

(Ats/Gs/Adnkronos)