CRAXI: SI 'CONFESSA' AI FRATI, SE NON TORNO MUOIO IN ESILIO
CRAXI: SI 'CONFESSA' AI FRATI, SE NON TORNO MUOIO IN ESILIO

Roma, 3 mar. (Adnkronos) - Bettino Craxi si ''confessa'' all'''Eco di San Gabriele'', il mensile del noto santuario di Teramo e dice che se non gli verra' ''data tutta intera la sua liberta''' morira' ''in esilio'' ad Hammamet. In una intervista pubblicata sulla testata dei padri Passionisti, l'ex leader socialista non manca poi di lanciare frecciate all'indirizzo dell'attuale classe politica e della ''Cosa 2'' di D'Alema.

''La prima Repubblica e' stata criminalizzata e demonizzata -ha affermato Craxi- ma sino ad oggi, pero', dopo cinque anni di grande instabilita' politica, la seconda non e' ancora nata. Auguriamoci che nasca e che sia veramente migliore della prima. Per ora, a dire la verita', uomini nuovi se ne vedono pochi ed anche molte idee, presentate come novita', non sono affatto nuovissime. Della separazione delel carriere nella magistratura si occupava anche Giolitti.''. L'ex presidente del Consiglio non risparmia critiche neanche al progetto di Massimo d'Alema della ''Cosa 2''. ''Non ha raggiunto il risultato che si proponeva di raggiungere. E' passata senza lasciare segno. Penso che si mettera' ben presto mano all'idea di una Cosa 3''.

(Sin/As/Adnkronos)