D'ALEMA: DA COSSIGA ''INIZIATIVA PERICOLOSA E INQUIETANTE'' (3)
D'ALEMA: DA COSSIGA ''INIZIATIVA PERICOLOSA E INQUIETANTE'' (3)

(Adnkronos) - D'Alema ha teso poi una mano a Gianfranco Fini affermando: ''con questa manovra vogliono anche mettere nell'angolo il tentativo di Fini di fare una destra moderna, lasciandogli solo il ruolo di chi deve fare gli accordi elettorali''. Tornando alla sua analisi dei tentativi in atto di ricompattamento del centro D'Alema ha aggiunto ''siamo a un passaggio preoccupante e ci siamo perche' abbiamo compiuto una parte importante del cammino'', un cammino che avrebbe il suo coronamento, secondo D'Alema, nel completamento del processo di riforme istituzionali.

A questo proposito, D'Alema ha risposto, nel suo intervento, a un quadro del Pds che aveva criticato le reazioni alle esternazioni del pm Colombo: ''ho dovuto rispondere anzitutto per difendere l'onore del nostro partito contro le accuse che muovevano anche a noi. Comunque in Bicamerale non abbiamo fatto nessun 'osceno compromesso', bisogna ricordare che siamo stati battuti in Parlamento e quindi abbiamo dovuto lavorare con intelligenza perche' la maggioranza che ci aveva battuto si dividesse e il risultato si ribaltasse''.

''Non solo non abbiamo fatto compromessi, ma abbiamo difeso una certa organizzazione della magistratura che riteniamo efficace e di questo ci ha dato riconoscimento anche l'Associazione nazionale magistrati'', ha proseguito D'Alema, tornando poi a dire ''io non voglio fare polemica ma ho un dovere istituzionale, sono stato eletto segretario di questo partito per difenderlo e il giorno che staro' zitto cacciatemi''. (segue)

(Car/Gs/Adnkronos)