D'ALEMA: DA COSSIGA ''INIZIATIVA PERICOLOSA E INQUIETANTE'' (4)
D'ALEMA: DA COSSIGA ''INIZIATIVA PERICOLOSA E INQUIETANTE'' (4)

(Adnkronos) - D'Alema, sempre in riferimento a Colombo, ha ammesso a mezza voce che forse vi e' stato un eccesso nei toni da parte sua, ribadendo pero' la sostanza dei suoi interventi, ed ha poi indirizzato un monito alla platea pidiessina che aveva di fronte, prendendo spunto dalla inevitabilita' dell'affrontare in Bicamerale il tema della giustizia, dato che ''se in Parlamento due forze come Polo e Lega che hanno raccolto i consensi di 19 mln di cittadini hanno ritenuto che si doveva discutere di certe riforme della giustizia questo era inevitabile, non potevamo certo dire 'non se ne parla'''.

''La democrazia e' piu' importante di tutto -ha scandito D'Alema- e quando la sinistra se ne e' dimenticata ha combinato dei pasticci che hanno segnato sanguinosamente la storia di questo secolo''. D'Alema, infine, e' in qualche intervenuto nel dibattito interno a Rifondazione Comunista affermando: ''dobbiamo lavorare per rendere piu' stabile il rapporto con Rifondazione, lo dico in relazione alle fibrillazioni di oggi. E' evidente che c'e' dibattito all'interno di Rifondazione''. Un dibattito che per D'Alema e' connaturato al ruolo della ''sinistra piu' estrema in Europa che deve oggi sempre scegliere tra partecipare a un progetto unitario della sinistra, come ha fatto in Francia, o isolarsi come ha fatto in Spagna''.

''All'interno di Rifondazione c'e, mi sembra, un'incertezza strategica sul proprio destino ma in Italia credo che ci sia tutto l'interesse ad avere una sinistra piu' radicale si' ma che sia capace di misurarsi e non di isolarsi''.

(Car/Gs/Adnkronos)