GOVERNO: COSSUTTA, SU PRC RICATTO INSOPPORTABILE PRODI-D'ALEMA
GOVERNO: COSSUTTA, SU PRC RICATTO INSOPPORTABILE PRODI-D'ALEMA

Roma, 3 mar. (Adnkronos)- La realta' e' che oggi su Rifondazione comunista pesa un ''ricatto insopportabile'' che ''viene dal governo'', ''in modo particolare dal Pds'': ''o rimanete nella maggioranza e fate quello che noi diciamo, oppure si scioglie il Parlamento e si va a nuove elezioni''. Lo afferma Armando Cossutta, che, in una intervista al Gr3 Rai, ipotizza anche che la Udr di Francesco Cossiga possa essere chiamata a prendere il posto del Prc nella maggioranza.

Il presidente di Rifondazione parla di ''ricatto, perche' non credo che il Paese voglia andare a nuove elezioni in questo momento. Quando a fine novembre iniziera' il semestre bianco, probabilmente allora la dialettica potra' essere piu' incisiva e piu' efficace, liberato il Paese, liberate le forze politiche e liberati anche noi da questo ricatto continuo''.

Parlando della questione della crisi di governo, Cossutta affronta anche il dibattito interno a Rifondazione. E nel suo ragionamento entra la Udr di Francesco Cossiga. ''Fausto -spiega il presidente del Prc- dice una cosa molto giusta'': ''Bisogna riuscire a ottenere dei risultati attraverso una pressione molto forte''. Ma, aggiunge Cossutta, ''la via piu' semplice e' dire: apriamo la crisi. Cosa vuol dire 'apriamo la crisi'?''. (segue)

(Pol/As/Adnkronos)