RIFORME: BERLUSCONI, SONO OTTIMISTA SU GIUSTIZIA
RIFORME: BERLUSCONI, SONO OTTIMISTA SU GIUSTIZIA

Venezia, 3 mar. -(Adnkronos)- ''Insisto e ricordo che le riforme contro Fi e il Nord e contro l'intero Paese non si possono fare. Devono essere riforme favorevoli ad amplificare i diritti dei cittadini''. Il leader di Fi Silvio Berlusconi e' tornato piu' volte nel corso della conferenza stampa sul tema delle riforme dicendosi ottimista per quanto riguarda quelle sulla giustizia.

''Io sono un positivo -sostiene Berlusconi- i miei uomini con me intendono lavorare a queste riforme per arrivare a convincere anche gli altri. E ci sono buone possibilita'. Io non sono pessimista al riguardo. Le stesse recenti dichiarazioni di D'Alema hanno aperto degli spazi per cambiare quello che e' stato il risultato finale della Bicamerale in ordine all'organizzazione della giustizia. E credo che con il tempo ci siano buone possibilita' di cambiare quanto deciso''. ''Queste possibilita' sono tanto piu' elevate quanto piu' forte e' la voglia di D'Alema e della sinistra ad arrivare a concludere il cammino delle riforme -ha spiegato Berlusconi- ma anche tanto piu' forte sara' la nostra capacita' negoziale''.

Berlusconi e' tornato quindi ad attaccare il Pool di Mani Pulite: ''che ha calpestato i diritti di liberta' dei cittadini usando la galera per estorcere confessioni e delazioni. Si e' mandato un cittadino a San Vittore per un week end perche' 'si schiarisse le idee'. Ho orrore di chi ha praticato questo rito. E quindi e' chiaro che mi battero' con tutte le mie forze perche' questo non avvenga piu'''. Berlusconi ha rilanciato la separazione delle carriere tra giudici e pm per ''evitare le complicita' che esistono a vari livelli tra giudici giudicanti e pm, anche il Csm non puo' continuare ad essere unico per entrambi''.

(Dac/Pn/Adnkronos)