SUD: BALDASSARRI, MEGLIO UN MINISTERO INTERNO 2 CHE L'IRI 2
SUD: BALDASSARRI, MEGLIO UN MINISTERO INTERNO 2 CHE L'IRI 2

Roma, 3 mar. -(Adnkronos)- Per il sud ci vorrebbe un ministero dell'Interno 2, altro che Iri 2. L'economista Mario Baldassari trova ''ridicola'' la contrapposizione tra rigore finanziario e ingresso in Europa da una parte e sviluppo nel Mezzogiorno dall'altra. ''Per lo sviluppo al Sud -dice- e' necessario il rigore, altrimenti sarebbe come dare ragione a quelle politiche di spese incontrollate tanto praticate negli anni passati e che non hanno prodotto risultati positivi''.

Certo l'economista non ha dubbi sul problema numero uno del sud: la criminalita' organizzata. ''Invece di parlare tanto di Iri 2 -dice- occorrerebbe pensare a un ministero dell'Interno 2 interamente dedicato a questo problema''. Una questione di cui tutti parlano, di cui tutti ammettono l'importanza, ma che fino ad oggi stenta ad essere al centro di una grande iniziativa.

''Sicuramente -sottolinea- non e' facile affrontare la questione. La criminalita' organizzata ha diverse articolazioni, ma e' un fatto che proprio il ministero dell'Interno, in molte aree del sud, e' il primo strumento di politica economica. Conta molto di piu' che il ministero dell'Industria, del Tesoro e delle Finanze''.

In molti casi -spiega- e' dimostrabile che gli investimenti sono stati fatti in zone dove la malavita e' assente. Basti pensare alla fascia adriatica. Lo sviluppo si ferma al confine con le zone dove vi sono gli incentivi e non lo oltrepassa perche' se non si e' in grado di garantire la vita e il profitto e' difficle pensare che qualcuno decida di realizzare un'impresa''. (segue)

(Cre/Pn/Adnkronos)