SUD: BRUNETTA, DA NAPOLITANO FATTI E NON PAROLE
SUD: BRUNETTA, DA NAPOLITANO FATTI E NON PAROLE

Roma, 3 mar. -(Adnkronos)- ''Se e' vero che l'unico grande problema dell'Italia e' il sud, il governo su questo e' stato fallimentare''. Fanno sorridere Renato Brunetta, economista e segretario generale della fondazione Brodolini, le affermazioni del ministro dell'Interno sul mezzogiorno. ''Dal ministro vogliamo fatti non dichiarazioni lapalissiane''.

Il segretario generale invita a prendere in considerazione quanto fatto fino ad oggi, soprattutto in materia di sicurezza e criminalita' organizzata. ''Nessuno -dice- sa niente sui risultati del pugno di ferro usato al Sud. Non c'e' nessuno che abbia fatto un resoconto della presenza dell'esercito nel Mezzogiorno, della militarizzazione delle citta': ha funzionato o no? A che punto e' la copertura delle sedi giudiziarie vacanti? Nessuno sa niente. Non c'e' un progetto, un programma, un piano scientifico sull'ordine pubblico e la giustizia''.

Secondo Brunetta che il governo sia stato fallimentare ''lo dicono tutti. Sindacati, sindaci e grandi categorie economiche. E non c'e' un'idea nuova, un'iniziativa forte. Quanto realizzato e' stato fatto nell'ambito del piu' bieco vetero assistenzialismo. Sarebbe bello sapere cosa e' successo dei lavori socialmente utili, delle cosiddette borse di lavoro, dei lavori di pubblica utilita', dei prestiti d'onore, del pacchetto Treu. Nessuno sa piu' niente. E di fronte a questo le nobili interviste non bastano. Servono i fatti''.

(Cre/Pn/Adnkronos)