CDR: MASTELLA CON LE ALI, COSSIGA? IL COMPUTER RIPARTIRA' (2)
CDR: MASTELLA CON LE ALI, COSSIGA? IL COMPUTER RIPARTIRA' (2)

(Adnkronos) - Mastella respinge anche l'accusa di aver voluto ''fare il furbo'': ''Non sono Ulisse, non ho scuola di furbizia, ma di coraggio. A noi gli organigrammi non interessano'' sottolinea rivelando ''la sofferenza di una scelta obbligata, di aver separato Pietro e Paolo: non c'e' stata scissione, noi ci siamo trovati senza piu' casa. Che dovevamo fare?''. Una scelta che sara' comunque definitiva: ''Il polo non c'e' piu', non c'e' ritorno indietro. E poi questa volta non siamo quattro gatti, abbiamo sette vite...''.

Nella sala della Sacrestia dove Mastella ha presentato il Cdr, con l'ambizione di essere ''un partito alla La Malfa, piccolo, ma che fa discutere'', arriva anche Rocco Buttiglione, pronto a raccogliere l'invito unitario: ''presto si fara' un partito unico tra Cdr e Cdu'' assicura.

E fornisce una analisi politica: ''il Polo vecchio e' finito, bisogna costruirne uno nuovo a partire dal centro. Questa iniziativa e' nell'ordine naturale delle cose. Si ironizza su questo centro, perche' fa paura. Non e' vero che l'anticomunismo e' finito, questo lo dice chi vuole accreditarsi. E' vero che i comunisti non mangiano i bambini, ma vogliono occupare la societa' civile, la cultura, la magistratura e da li' controllano la politica. Il Pds vuole l'egemonia del partito sulla societa'''. (segue)

(Cor/Gs/Adnkronos)