DI BELLA: ANGELA, SOFFRO PER MALAINFORMAZIONE
DI BELLA: ANGELA, SOFFRO PER MALAINFORMAZIONE

Padova, 26 mar. - (Adnkronos) - ''Per il caso Di Bella ho sofferto molto. Per questo ho anche firmato, assieme ad altri giornalisti scientifici, un documento critico sul modo con cui e' stato trattato dall'informazione il caso Di Bella''. Piero Angela, il giornalista televisivo piu' accreditato nel mondo scientifico, coglie l'occasione degli incontri di Antennacinema per lanciare un duro j'accuse nei confronti del mondo dell'informazione: non c'e' stata da parte dei media e dei medici una informazione chiara e convincente: il pubblico vede in questo caso innanzitutto la malasanita', e va bene, ma anche un uomo che ritiene essere schiacciato dagli interessi delle case farmaceutiche e dei baroni della medicina. Non e' cosi' -ammonisce Piero Angela- la ricerca ha delle regole precise che devono essere seguite, dei metodi complessi e anche noiosi che consentono pero' la sperimentazione precisa di un farmaco a tutela del malato''. E ancora Piero Angelo plaude alla 'resistenza' del ministro della Sanita': ''sul caso Di Bella il ministro Bindi ha sfidato l'impopolarita' e questo va a suo onore''.

Infine, Piero Angela risponde in maniera tranciante a chi gli chiede un commento sull'ultima trasmissione di 'Porta a porta' appunto sul caso Di Bella: ''non l'ho vista''.

(Dac/Zn/Adnkronos)