NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 1/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. E' iniziato a Roma nella sede della Uil la riunione dei vertici delel segreterie confederali di Cgil, Cisl e Uil per valutare il disegno di legge sulle 35 ore varato dal governo e le conclusioni della giunta della Confindustria. Ieri a Parma, il mondo dell'industria, pur ribadendo la forte contrarieta' all'introduzione per legge delle 35 ore, ha scelto di non disdire gli accordi del luglio '93, ma ha chiesto di negoziare nuove regole sulla concertazione. Al termine del vertice, Cofferati, D'Antoni e Larizza terranno una conferenza stampa.

Milano. Il presidente Scalfaro contro chi in passato ha partecipato ad una vera e propria ''degenerazione'' e alla ''patologia'' dell'intervento statale al sud. Ci sono ''imprenditori del Nord'', ha detto da Milano il presidente della Repubblica, che ''dallo Stato hanno avuto tutto'' e sono andati nel Mezzogiorno ''dove non hanno fatto nulla se non cattedrali nel deserto''. Per Scalfaro, tutto questo va riesaminato, ma ''non mettendo la gente sul banco degli imputati'', perche' ''non siamo un paese di processi, ma di serena constatazione''.

Parma. Un ''grande accordo nazionale'' tra governo, maggioranza, opposizione e parti sociali che dia garanzie ''sui tempi e i modi del risanamento'' ma che consenta all'Italia anche di ''esigere di piu''' dai partner europei, soprattutto sul fronte dell'occupazione. E' la proposta che il commissario europeo Monti ha lanciato del convegno della Confidustria. Per Monti, ''senza un ampio impegno europeo non si puo' risolvere da soli il problema dell'occupazione''. Ha poi detto che ''bisogna ridurre gli aiuti di Stato alle imprese pubbliche'' ed ha disapprovato le ''35 ore'' e la rottamazione.

Bonn. Se l'Italia fosse esclusa dall'Euro vi sarebbero ''pesanti e negative conseguenze'' sia per l'Italia sia per la Germania, soprattutto per la Baviera. Il ministro della Finanze tedesco Waigel, in un'intervista al settimanale 'Der Spiegel' mette cosi' in guardia dalla ''crisi'' che investirebbe il nostro Paese e dalle e dalle ripercussioni che questa avrebbe anche per il governo di Bonn. Waigel quindi ribadisce che l'Italia ''deve fare ancora di piu' per il risanamento'' ed ''arrivare piu' velocemente di altri paesi ad un bilancio in pareggio e in surplus''.

Firenze. Il traffico passeggeri ''e' stato ed e' regolare su tutta la rete''. Lo afferma un comunicato delel Ferrovie dello Stato a proposito dell'incidente accaduto intorno a mezzanotte ad un merci presso di Firenze. Nel comunicato, le Fs affermano che ''alcune fonti radio e tv hanno ampliato la portata di un piccolissimo incidente avvenuto nei pressi di Firenze''. Si e' trattato in realta' dello ''svio di due vagoni di un merci, che ha creato qualche problema solo al traffico merci, in un tratto secondario della linea Firenza-Pisa''. (segue)

(Sin/As/Adnkronos)