RACKET: TANO GRASSO, I POLITICI DIANO UN MESSAGGIO FORTE
RACKET: TANO GRASSO, I POLITICI DIANO UN MESSAGGIO FORTE

Roma, 28 mar. -(Adnkronos)- Le istituzioni ''hanno sottovalutato il problema del racket. A contribuire a questa drammatica situazione e' stata soprattutto l'assenza di una volonta' politica ad investire risorse e impegno nella lotta all'estorsione''. Tano Grasso, leader storico delle battaglie antiracket, commenta cosi' all'Adnkronos le cifre allarmanti diffuse dalla Confesercenti sul fenomeno. ''Il Governo -sottolinea- deve assolutamente dimostrare un deciso mutamento nelle strategie: deve dire apertamente ai cittadini che il racket si puo' battere, che chi denuncia non sara' abbandonato alla vendetta dei clan''.

''In caso contrario -continua- le denunce non decolleranno mai e si manterranno sulle cifre, pur rilevanti, di una tragica e 'sommersa' normalita'. I commercianti non devono piegarsi all'estorsione, considerandola un male inevitabile. Devono sentire la presenza dello Stato al loro fianco''. Per questo motivo Tano Grasso, che di recente ha incontrato il ministro dell'Interno, Giorgio Napolitano, rivolge ''un appello al Governo affinche' dia un segnale forte in grado di abbattere il muro della paura e del ricatto''.

(Mac/As/Adnkronos)