ROMA: DOSSIER CARITAS, LA MAPPA DELLE POVERTA' (2)
ROMA: DOSSIER CARITAS, LA MAPPA DELLE POVERTA' (2)

(Adnkronos) - L'economia romana e' poi caratterizzata da aspetti negativi, dalla fine della funzione trainante del terziario alla fine delle commesse pubbliche, dalla crisi dell'industria edilizia a quella del settore commerciale. Tra il '91 e il '95, nel Lazio, vi e' stata una diminuzione delle imprese del 15,7 per cento e dei dipendenti, circa 90mila lavoratori in meno.

Nel primo trimestre del '97 erano iscritti al collocamento 321.924 persone. Di questi 88.695 maschi e 115.603 femmine sono in cerca di prima occupazione. L'aumento annuale degli iscritti al collocamento a Roma e' stato del 9,5 per cento, circa due punti in piu' rispetto alla media regionale e tre punti in piu' rispetto alla media provinciale.

Tra le forme di emarginazione ''ordinaria'' la Caritas sottolinea alcuni indicatori. Tra questi il numero di studenti della scuola dell'obbligo e delle superiori colpiti dalla dispersione e dal disagio scolastico. Nell'anno scolastico '95/96 sono stati complessivamente 27.157 e coinvolgono piu' pesantemente handicappati, nomadi e immigrati e spesso sono vittime del lavoro nero minorile. Oltre 11mila persone contattate per tossicodipendenza nel Lazio nel '96 per circa la meta' dei casi privi di occupazione e dediti all'eroina in nove casi su dieci. Nella sola Capitale i tossicodipendenti in trattamento sono 7.808 di cui 1.667 presso le comunita' terapeutiche. Le siringhe raccolte dall'Ama in citta' sono state 182.309. (segue)

(Ste/Gs/Adnkronos)