NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (2) - L'ESTERO

Tokyo. Il presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro, in visita ufficiale a Tokyo, affronta con il premier giapponese Hashimoto il delicato tema della riforma del consiglio di sicurezza dell'Onu. Scalfaro ribadisce la posizione dell'Italia, che diverge da quella del Giappone, Germania e Usa: ''siamo preoccupati che riservare il consiglio di sicurezza solo a talune grandi potenze, possa determinare una esclusione per moltissimi Stati con conseguente disinteressamento per un'istituzione che deve, per essere vitale, interessare il maggior numero di Stati presenti nelle Nazioni Unite''.

Mosca. Continua il braccio di ferro tra il presidente russo Boris Eltsin e la Duma. Dopo averlo annunciato nei giorni scorsi, la Camera bassa ha infatti deciso oggi di rivolgersi direttamente alla Corte Costituzionale per sapere se Eltsin ha legalmente la possibilita' di ripresentare per tre volte ai deputati lo stesso candidato alla carica di primo ministro. La ''querelle'' era scoppiata il 10 aprile scorso, dopo la bocciatura da parte della Duma dell'ex ministro dell'Energia, il 35enne Sergei Kiriyenko: Eltsin ha quindi annunciato l'intenzione di ripresentare lo stesso candidato, minacciando nel caso di mancato voto positivo lo scioglimento della Camera bassa. La Costituzione russa consente infatti al presidente di presentare per tre volte un proprio candidato premier e quello di sciogliere la Duma nel caso di tre bocciature.

Praga. Con il voto favorevole di tre quarti dei deputati, la Camera della Repubblica Ceca ha ratificato il trattato di adesione alla Nato. Secondo quanto riporta l'agenzia ceca ''Ctk news'', 154 dei 192 deputati presenti hanno approvato il trattato, mentre 38 sono stati i voti contrari. Il risultato della Camera conferma i pronostici degli osservatori che prevedono un analogo risultato al Senato dove degli 80 membri solo due si sono finora dichiarati contrari all'adesione al Patto Atlantico. La Repubblica Ceca, insieme a Polonia ed Ungheria, dovrebbe essere ammessa ufficialmente nella Nato il prossimo anno. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)