NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO
NOTIZIE FLASH: 2/A EDIZIONE (3) - L'INTERNO

Roma. Il governo punta a ridurre il debito pubblico entro il 2003 sotto la soglia del 100% e ad abbassare i mutui per acquistare le case al di sotto del 5%. Questi sono gli obiettivi enunciati dal presidente del Consiglio, Romano Prodi, nel corso dell'incontro di questa mattina a Palazzo Chigi, tra commercianti e artigiani ed alla presenza dei ministri del Lavoro Treu e delle Finanze Visco. Il presidente ha anche confermato che si proseguira' con le privatizzazioni, senza pero' entrare in particolari. Il ministro delle Finanze ha quindi fornito le cifre: l'incremento del Pil nel triennio 1999-2001 sara' rispettivamente del 2,7 per cento, del 3 per cento e del 2,9 per cento con una crescita nominale del 4,5 per cento. La tendenza naturale del deficit pubblico, pari ora all'1,7 per cento, dovra' arrivare attorno all'1 per cento.

Roma. ''Siamo contrari a qualunque ipotesi di amnistia se prima non viene fatta chiarezza sulle fonti di finanziamento lecito ed illecito delle forze politiche, alcune delle quali non lambite da indagini giudiziarie''. Lo affermano i deputati Carrara e Volonte' del direttivo Cdu-Cdr per l'Udr. ''L'occasione delle riforme costituzionali non deve rappresentare -continuano- il momento per colpi di spugna solo a vantaggio di taluni, ne' tantomeno forme di scambio tra pezzi di riforma e salvacondotti per attuali rappresentanti delle istituzioni''.

Roma. ''C'e' da chiedersi se non sia addirittura preferibile il sistema del Cancelliere eletto in Parlamento con la proporzionale, lo sbarramento al cinque per cento e il premio di maggioranza''. Silvio Berlusconi illustra la sua nuova posizione in tema di riforme in un'intervista a Bruno Vespa pubblicata sul prossimo numero di 'Panorama'. Per il leader di Forza Italia inoltre ''allo stato non esiste in Parlamento una maggioranza costituente''. (segue)

(Sin/Gs/Adnkronos)