35 ORE: MARINI, UNA LEGGE DI INCENTIVO NON UNO SCANDALO
35 ORE: MARINI, UNA LEGGE DI INCENTIVO NON UNO SCANDALO

Roma, 15 apr. (Adnkronos) - La legge sulle 35 ore potra' essere uno degli strumenti per la lotta alla disoccupazione. Per questo, pero', va sfruttata in tutte le sue potenzialita', da evidenziare nel confronto parlamentare e con le parti sociali. Ne e' convinto Franco Marini, che ad un convegno organizzato sul tema proprio dal Ppi, chiarisce che ''la legge non l'abbiamo subita per evitare una crisi di governo: qualsiasi forza politica che abbia rispetto per le proprie idee preferirebbe una crisi di governo ad accettare una cosa dannosa per il Paese''.

Per questo, il Ppi pensa che ''nel lungo periodo la legge sulla riduzione dell'orario di lavoro, che e' una legge incentivo, non uno scandalo, possa essere uno degli strumenti per lo sviluppo e la ripresa del lavoro''. Tuttavia, ''occorrono tempi lunghi: non mi rassegno all'idea di fare presto per evitare guai maggiori -ha chiarito Marini- ci vuole un confronto serio tra Parlamento e parti sociali. Con l'obiettivo di riguadagnare il consenso di tutti, anche di Bertinotti, sull'esigenza di una applicazione flessibile sulla riduzione dell'orario''.

In ogni caso, ''il Parlamento deve superare le ambiguita' sulla applicabilita' e sugli effetti della legge perche' tale ambiguita' la pagherebbero i lavoratori e le imprese''.

(Cor/Pe/Adnkronos)