DPEF: MANOVRA DA 13.500 MLD, 9.500 RISPARMI E 4.000 ENTRATE
DPEF: MANOVRA DA 13.500 MLD, 9.500 RISPARMI E 4.000 ENTRATE

Roma, 15 apr. (Adnkronos)- Investimenti in tre anni per 26.000 miliardi, disoccupazione nel 2.001 sotto il 10 per cento, inflazione inchiodata intorno all'1,5 per cento, calo della pressione fiscale dello 0,6 per cento annuo, avanzo primario stabile al 5,5 per cento, crescita del Pil nel triennio intorno al 2,9 per cento, rapporto deficit/Pil all'1 per cento nel 2.001 e debito/Pil in calo di 3 punti all'anno. Sono questi i principali obiettivi del Documento di programmazione economica e finanziaria per il triennio '99-2.000 illustrati oggi dal Governo ai capigruppo di maggioranza e che saranno raggiunti con una manovra correttiva nel '99 di 13.500 miliardi di cui 9.500 di risparmi e 4.000 di maggiori entrate contributive.

Dopo le megacorrezioni degli ultimi anni il Governo dunque si appresta a varare venerdi prossimo un documento non piu' incentrato sui tagli e sulle tasse, ma soprattutto sullo sviluppo (i 4.000 miliardi di maggiori entrate arriveranno soprattutto da recuperi contributivi). Viene disegnato uno scenario dell'economia abbastanza roseo con una crescita sostenuta. Risorse consistenti, liberate soprattutto dal calo della spesa per il debito, vengono destinate agli investimenti in infrastrutture. Tra gli obiettivi del Dpef anche un piu' incisivo federalismo fiscale, la restituzione dell'eurotassa, il calo dei tassi si interesse. Vediamo comunque le principali cifre del documento. (segue)

(Ric/Pe/Adnkronos)