F.I.: BAGET BOZZO, BERLUSCONI TORNA A FARE OPPOSIZIONE (2)
F.I.: BAGET BOZZO, BERLUSCONI TORNA A FARE OPPOSIZIONE (2)

(Adnkronos) - ''Le idee contano, ma la mangiatoia di piu' -prosegue Baget Bozzo- e ormai quella dell'Ulivo possiamo definirla una nomenclatura piu' che una maggioranza. E' proprio l'occupazione della cultura, dell'informazione e ora del potere che garantisce al governo il suo consenso e lo rafforza''. Anche per questo, secondo il politologo genovese, e' necessaria una dura opposizione per contrapporsi a un governo che ''si organizza per rendere le opposizioni non alternative e lo fa attivamente. E' un governo che governa contro l'opposizione: per esempio usa i giudici contro Berlusconi; si e' infiltrato nella cultura di An. Il suo scopo fondamentale e' rendere stabile la nomenclatura rendendo l'opposizione solo di facciata''.

Forza Italia ha davanti a se' cinque anni di opposizioni e non mancheranno le occasioni per ridare voce alla politica: ''Non si capisce come un governo che non puo' licenziare due ferrovieri -ha concluso Baget Bozzo- possa governare tutto cio' che avverra' dopo Maastricht. I comunisti sono ottimi animali politici, ma pessimi uomini di governo capaci di guidare un paese solo con uno stato di polizia, che spero per l'Italia sia impossibile. Percio' l'opposizione puo' sedersi lungo il fiume ad aspettare il cadavere del nemico''.

(Red/Lr-Gs/Adnkronos)