FI: CACCIARI - BERLUSCONI E' UNA ZAVORRA, SI FACCIA DA PARTE
FI: CACCIARI - BERLUSCONI E' UNA ZAVORRA, SI FACCIA DA PARTE

Roma, 15 apr. (Adnkronos) - Con la sua discesa in campo, Silvio Berlusconi ''aveva avvertito certi elementi di irreversibilita' della crisi della prima repubblica, ma allo stesso tempo ne era troppo dentro. Non poteva essere lui a traghettarci fuori. E adesso sta diventando una zavorra anche per Forza Italia''. E' il parere del sindaco di Venezia Massino Cacciari, artefice del movimento politico del Nord-Est, che ha rilasciato un'intervista al settimanale ''Il Borghese'' alla vigilia del primo congresso nazionale di Forza Italia.

''Sia chiaro -avverte il filosofo Cacciari-, Berlusconi ha dato una spallata, ha svegliato anche la cosiddetta sinistra. Ma ora per Forza Italia e il Polo, e' un colossale impedimento. Berlusconi deve farsi da parte''. Cacciari lancia anche un appello al movimento azzurro: ''Questa e' una fase costituente, individuiamo qual e' il punto irrinunciabile del nuovo patto -e io ritengo che sia quello del federalismo e delle autonomie- e vediamo chi ci sta. Realizziamo questi punti, dopo di che scazziamoci pure sul resto''.

Il sindaco di Venezia dice la sua anche sulla Lega, sostenendo che non puo' fare la fine del vecchio Msi nel ghetto e che comunque potrebbe essere messa fuori gioco con grande facilita': ''Non ha assolutamente le radici storiche, ne' la cultura che potevano avere gli eredi del fascismo. La Lega, se gli altri partiti fanno un patto costituzionale forte sulle questioni del federalismo e dell'autonomia, sparisce in un batter di ciglio''. Su Alleanza nazionale, Cacciari precisa: ''E' sicuramente una forza che nel Dna di federalista non ha quasi nulla, ma al di la' di questa considerazione, e' chiaro che in certe dichiarazioni di Fini vi e' un allarme autentico e simile al mio''. (segue)

(Sin/Pe/Adnkronos)