PENTITI: MAIOLO, GOVERNO LI TOLLERA PER DIFENDERE PROCESSI POLITICI
PENTITI: MAIOLO, GOVERNO LI TOLLERA PER DIFENDERE PROCESSI POLITICI

Roma, 15 apr. -(Adnkronos)- ''Il governo, pur di difendere i processi politici che si celebrano a Palermo, quello a bruno Contrada, a Giulio Andreotti, a Marcello Dell'Utri e quello che si cerca per la terza volta di imbastire contro Silvio Berlusconi, e' disposto a tollerare che i 'pentiti' delinquano, organizzino racket, usura e traffico di droga, commettano omicidi, violenze e vendette. Sono ormai centinaia i 'pentiti' che commettono crimini. E tra questi spiccano i principali testi d'accusa della procura di Palermo''. Lo sottolinea in una nota la deputata Tiziana Maiolo, ex presidente della Commissione Giustizia di Montecitorio.

Maiolo accusa il ministro dell'Interno, Giorgio Napolitano, di aver affidato oggi ''una burocratica velina'' al sottosegretario Giannicola Sinisi in risposta ad una sua interrogazione. ''Di fronte alla nuova mafia, che ha la faccia dei 'pentiti' e la liberta' e i mezzi forniti loro dallo Stato, il Governo fa finta di non vedere. Tutto e' tollerabile e tollerato purche' la procura di Palermo consegua i suoi obiettivi. Dopo l'esito del processo Musotto, nulla puo' piu' andare storto. Che dunque la mafia dei 'pentiti mafiosi' sia libera di agire. Il fine -conclude Tiziana Maiolo- giustifica qualunque mezzo''.

(Sin/Pe/Adnkronos)