INTELLETTUALI: LEONE GINZBURG, RITROVATO QUADERNO DI APPUNTI
INTELLETTUALI: LEONE GINZBURG, RITROVATO QUADERNO DI APPUNTI

Torino, 2 mag. - (Adnkronos) - E' stato ritrovato un documento giovanile di Leone Ginzburg, il noto intellettuale e politico di origine russa, che a Torino fu tra i fondatori del movimento Giustizia e Liberta'. Si tratta di un comune quaderno scolastico di sessanta pagine, recante in copertina un disegno di ispirazione dantesca, annotato fittamente tra i 15 e i 18 anni. Servi' a Ginzburg, futuro marito della scrittrice Natalia Levi Ginzburg, per raccogliere gli appunti relativi alla storia dell'arte durante le lezioni al liceo Massimo D'Azeglio di Torino e poi fatti circolare nella classe, di cui faceva parte anche il filosofo Norberto Bobbio.

Il documento e' stato donato dagli eredi dell'avvocato Alberto Lombroso, deceduto nel 1969, all'archivio storico del Centro Studi Gobetti di Torino. Ne' da notizia il periodico ''Mezzosecolo'' diretto da Carla Gobetti Nosenzo. Appartenente a una nota famiglia della borghesia ebraica torinese, Lombroso fu uno dei compagni nella classe A del liceo torinese insieme a Ginzburg e Bobbio, tra il 1924 e il '27. Dopo una premessa generale, il quaderno autografo di Ginzburg si articola in capitoletti tematici dedicati all'arte cristiana, l'arte bizantina, l'arte romantica e l'arte gotica. Di ognuno dei periodi vengono tratteggiate l'architettura, la scultura, la pittura e le principali realizzazioni.

(Pam/Pn/Adnkronos)