NATO: SI TEMONO LE POSSIBILI REAZIONI DELLA RUSSIA (2)
NATO: SI TEMONO LE POSSIBILI REAZIONI DELLA RUSSIA (2)

(Adnkronos) - Ma i problemi di comunicazione esistono soprattutto all'interno del Consiglio permanente congiunto, all'interno del quale dovrebbe verificarsi il dialogo fra la Russia e i 16 paesi membri della Nato. Mosca infatti si e' rifiutata di approvare un accordo che avrebbe favorito lo scambio di informazioni sulla sicurezza, ha fatto marcia indietro sulla creazione di uffici di collegamento militare e blocca la firma di un'agenda di cooperazione militare, fondata sul programma della Nato ''Partnership per la pace'' cui partecipano tutti gli altri stati dell'ex Unione Sovietica.

Una nuova crisi si e' scoppiata alla riunione della scorsa settimana tesa allo scambio informale sulle armi nucleari, durante la quale i russi -sostengono fonti dell'Alleanza- hanno fornito ''informazioni estremamente vaghe'' senza fornire nessuna indicazione su dove si trovino ora fra le 10mila e le 12mila testate nucleari sovietiche. E il fine della riunione era proprio quello di fare in modo che queste ''non finiscano nelle mani di terroristi o di stati canaglia -ha spiegato un alto funzionario della Nato- ma la Russia e' apparsa non desiderosa di dirci dove si trovano. E' stato frustrante''.

(Ses/Pn/Adnkronos)