CONCERTI: SINOPOLI DIRIGE MAHLER ALLA FILARMONICA ROMANA
CONCERTI: SINOPOLI DIRIGE MAHLER ALLA FILARMONICA ROMANA

Roma 2 mag. - (Adnkronos) - Appuntamento straordinario mercoledi' prossimo alle ore 21 nella Chiesa di Sant'Ignazio a Roma per la stagione dell'Accademia Filarmonica Romana: dopo il grande successo del concerto del 16 aprile sul podio di SolistInsieme, Giuseppe Sinopoli tornera' a dirigere l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nella Seconda Sinfonia (''Resurrezione'') di Gustav Mahler.

Riprende cosi', dopo il ''prologo'' nello scorso maggio della rara cantata Das Klagende Lied e l'applauditissimo concerto di ottobre con i Lieder eines fahrenden Gesellen e la Prima Sinfonia, la serie pluriennale di concerti che vede impegnati -a Torino per la stagione della Rai e a Roma per la stagione dell'Accademia Filarmonica Romana- Giuseppe Sinopoli e l'Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nell'esecuzione integrale delle Sinfonie di mahler e dei suoi principali cicli di Lieder con orchestra. La serie proseguira' nella prossima stagione con altri due concerti: la Quinta Sinfonia e i Kindertotenlieder (14 gennaio 1999) e la Terza Sinfonia (26 maggio 1999).

La Seconda Sinfonia, assolutamente monumentale, sia per impatto emotivo che per le forze sonore messe in campo, oltre all'orchestra richiede due voci soliste e un grande coro, che a Roma sara' quello tedesco dei Bamberger Symphoniker, da anni impegnato nel repertorio sinfonico e gia' apparso in Italia nella scorsa stagione, sempre diretto da Rolf Beck. Dato l'organico immenso richiesto, per il quale il Teatro Olimpico sarebbe inadeguato, sara' la chiesa barocca di Sant'Ignazio a fare da splendida cornice a questo concerto straordinario. Le parti solistiche della Sinfonia, infine, saranno affidate a due delle piu' importanti voci emergenti di questi anni: il soprano tedesco Angela Denoke, applaudita interprete wagneriana e straussiana nei teatri di Berlino, Vienna e Salisburgo, collaboratrice frequente di Abbado, e il mezzosoprano lituano Violetta Urmana, ospite stabile della Staatsoper di Vienna, apparsa alla scala con Muti in Armidda e nell'Oro del Reno, ad Amsterdam, Bayreuth e Berlino, anch'ella ricercata interprete wagneriana nonche' apprezzata collaboratrice di Sinopoli in recenti esecuzioni mahleriane a Milano.

(Com/Zn/Adnkronos)