ELEZIONI: IN FRIULI IL CDU ''DIVORZIA'' DA CCD E FI
ELEZIONI: IN FRIULI IL CDU ''DIVORZIA'' DA CCD E FI

Trieste, 4 mag. - (Adnkronos) - Sono 21 i simboli presentati oggi (c'era tempo fino alle 20) presso l'ufficio elettorale regionale della Corte d'Appello di Trieste in vista dell'appuntamento con le urne, fissato il l4 giugno prossimo per il rinnovo del Consiglio regionale col sistema elettorale proporzionale. Il Ccd (simbolo 19) -che si presenta insieme a Forza Italia- ''divorzia'' dal Cdu. Quest'ultimo, infatti, rientra nel simbolo del Centro popolare riformatore (20) (di cui fanno parte anche Ppi, Unione Slovena, Rinnovamento Italiano e Pri) insieme al Cdr accompagnati dalla dicitura ''Per l'Udr''.

Corrono da soli -in ordine di presentazione dei simboli- Rifondazione Comunista (6), Alleanza Nazionale (7), Democrazia Cristiana (10), Movimento sociale Fiamma Tricolore (12), Socialisti democratici italiani (16), Lega Nord (17), Democratici di sinistra (18) e Verdi (21). Ben quattro i simboli autonomisti friulani -Unione Friuli (3), Nazion Friul (4), Lega autonomia Friuli - Liste Civiche (8), Lega Friuli (9)- due quelle triestine -la lista per Trieste (13) e il Fronte giuliano (1)- e una goriziana: Obiettivo isontino (15).

Orfano dell'appoggio dei sindaco di Triste, Riccardo Illy, ha presentato il simbolo anche il Progetto autonomie Friuli Venezia Giulia (5), ''sostenuto'' dalla curia friulana e dal rettore dell'universita' di Udine, Marzio Strassoldo. Presenti anche gli esuli con la ''Lega nazionale Istria-Fiume-Dalmazia'' (14).

Dopodomani, mercoledi, si riunira' l'ufficio elettorale regionale presso la Corte d'appello per visionare i simboli e la documentazione presentata e verificarne la legittimita'; mentre e' gia' ''guerra'' tra Centro popolare riformatore e Democrazia cristiana per lo scudo crociato. Tra la mattina di domenica 10 e le 20 di mercoledi 13 partiti e movimenti ''ammessi'' alla competizione elettorale dovranno presentare le proprie liste.

(Ats/Zn/Adnkronos)