EURO: GLI INTELLETTUALI ITALIANI, MA DOVE SONO GLI EUROPEI? (2)
EURO: GLI INTELLETTUALI ITALIANI, MA DOVE SONO GLI EUROPEI? (2)

(Adnkronos)- Tra gli euroscettici nostrani dichiarati c'e' anche il sociologo Gianni Statera. ''L'accordo di Bruxelles -ha commentato- e' una costruzione tutta economico-finanziaria, di vertice, che aliena il 30 per cento dei poteri istituzionali di ciascun paese senza nessuna controparte virtuale sociale, politica e culturale rilevante. Non condivido -ha aggiunto- la mitologia dell'Europa, che ha fatto da contorno a questa operazione. Operazione che ha una importanza potenziale, sia in positivo che in negativo. E in negativo soprattutto per l'Italia, che e' un paese con la massima percentuale di disoccupazione, con elevati squilibri interni, con infrastrutture deboli, quindi piu' esposta al rischio di un eventuale fallimento''. (segue)

(Iac/As/Adnkronos)